martedì 18 dicembre 2012

Prima o poi passerà

Non si può sempre parlare di cose belle su un blog come questo. Ci sono giorni in cui si è un pò più giù, perchè essere contenti è proprio difficile se non impossibile. Ci si sforza ma non ci si riesce. Arrivo da un periodo molto triste, in cui è venuta a mancare una persona cara il mese scorso, mio suocero. Un cancro in poco tempo l'ha portato via. E' stato scioccante vedere le cose precipitare, la malattia avanzare. Passare dalla gioia incredibile della nascita di una vita, alla morte di una persona cara in pochi mesi è così strano. Vita e morte: mai come quest'anno ho capito che sono un pò la stessa cosa, si passa dalla stessa porta. Tante emozioni mi stanno agitando. Perchè la mancanza di una persona cara che abita vicino a noi la percepisci e tanto. Saltano degli equilibri familiari, cambiano tante cose. Provi a cercare un senso. Un senso che c'è sicuramente ma è ben mascherato. La nostra piccola Lara è nata proprio il suo stesso giorno. E' stata un regalo di compleanno speciale per lui, per quello che non sapevamo essere il suo ultimo compleanno insieme a noi. E a breve dovrò ricominciare a lavorare, perchè da mamma precaria non mi hanno lasciato tanta scelta, quindi prendere o lasciare: o rientri a gennaio o altrimenti cerchiamo qualcun'altra. Le parole sono state diverse ma il succo che a me è sembrato di evincere è stato quello. E allora avanti. Notti insonni a cercare di vincere il senso di colpa di lasciare la mia piccola che per allora avrà quattro mesi e mezzo con i nonni. Cercare di abituarla al biberon con il mio latte tirato perchè non voglio assolutamente smettere di allattare. Cominciare a pensare a come sarà svezzarla e darle da mangiare cibi nuovi. Pensare a come incastrare tutto e non finire travolta dal quotidiano. Gioire così tanto dei momenti con lei ma non riuscire a goderli appieno perchè tutto al di fuori di noi è così difficile. Mi dico che passerà. Prima o poi passerà. Intanto mi porto avanti e auguro a tutti voi buone feste.:-)

3 commenti:

Alchemilla ha detto...

Un abbraccio forte! V
oglio dirti solo abbandona i sensi di colpa, sei una brava mamma che fa una cosa difficilissima come togliere il latte, sei obbligata a tornare al lavoro, non hai scelta, ci sono i nonni a prendersi cura di lei e tu devi dormire tanto perché hai bisogno di tanta energia. Solo quella ti serve e poi vedrai che andrà tutto bene. L'amore vince sempre e i figli se respirano amore e consapevolezza, stanno bene. Buon 2013. Ti sono vicino con il pensiero!

Emanuela ha detto...

Hai ragione quando dici che la vita e la morte passano dalla stessa porta: abbiamo bisogno di trovare un senso, il dolore pare insopportabile, la gioia riusciamo a sopportarla oltre ogni limite. Tutto deposita, porterà un frutto ... ne godremo quando sarà il momento.
Non sentirti in colpa, fai il meglio che puoi per tua figlia e per la vostra famiglia, e questo fa di ogni mamma la migliore!
Vi auguro un 2013 stupendo e sereno. Un abbraccio.

Ikka ha detto...

alchemilla ed emanuela: vi ringrazio di cuore per i vostri commenti...leggerli mi ha sollevato davvero un pò!