mercoledì 2 dicembre 2009

Involtini di cavolo verza



I cavoli nel mio orto stanno crescendo ma sono ancora piccini...prima di riuscire a mangiarne uno, credo, passerà ancora parecchio tempo.
Due giorni fa , però, il mio vicino di casa mi ha regalato due enormi cavoli verza provenienti dal suo orto. Avendoli piantati prima di me li ha già belli grandi! Dopo averne consumati un bel pò passati in padella, crudi in insalata, averli aggiunti alla minestra di verdure e non sapere più come cucinarli...mia suocera mi ha fornito una brillante idea: fare degli involtini!
Farli è facile facile!

Occorrente:

- un cavolo verza dalle foglie belle larghe
- una mozzarella ( fontina o qualsisasi formaggio che fila va comunque benissimo)

Procedimento:

Mettere a bollire in una pentola dell'abbondante acqua salata.
Staccare dalla verza le foglie esterne belle larghe e sbollentarle per 5-6 minuti.
Una volta sbollentate, scolarle e asciugarle con della carta assorbente e farcirle con il formaggio che avrete scelto (io ho utilizzato della mozzarella).
Arrotolarli e chiuderli con uno stuzzicadenti.

Passarli in forno a 180° per circa 10 minuti fino a quando il formaggio non si sarà sciolto del tutto e servire.

Si possono preparare anche con largo anticipo, la mattina per esempio, e poi poco prima di servirli si passano in forno. :-)

involtini verza

4 commenti:

Daniela B. ha detto...

Buoni, io i solito li farcisco con carne macinata o prosciutto e formaggio, ma insomma sono buoni con dentro qualsiasi cosa!! :)
un bacione

Cicabuma ha detto...

Si è vero!!! Sono buoni con dentro qualsiasi cosa. Io li riempio con formaggio grattuggiato, altre verdure (zucchine o melanzane cotte e triturate), uovo e un po' di pangrattato...
Francesca

Ikka ha detto...

@Daniela: Sì è vero in fondo son buoni con qualsiasi cosa dentro!!
@Francesca: buona idea farcirli con altre verdure tritate..proverò!:-)

Anonimo ha detto...

Bellissime tutte le tue ricette ... tanto per restare in dialetto, questi involtini mia nonna li chiamava "pes còi" ossia pesci cavolo. un bacio, Paola