martedì 19 gennaio 2010

Dado vegetale fatto in casa

 dado vegetale fatto in casa

Capita spesso in inverno di dover prepararare minestre, zuppe calde e brodini. Il brodo mi piace molto, soprattutto vegetale, ma non sempre si ha il tempo di affettare le verdure sul momento e le alternative in commercio sono da valutare bene.

I dadi industriali a base di carne li evito a priori, ma anche quelli vegetali, a volte, hanno un sapore troppo intenso e contengono del glutammato di sodio, che sarebbe meglio evitare per la nostra alimentazione, così come tutti gli additivi alimentari.
Gli unici dadi con cui mi son trovata bene fino ad ora, e che qualche volta ho acquistato, sono i dadi bio della Alce Nero , privi di glutammato. Ma non si trovano facilmente.

Quando si ha del tempo la cosa migliore è preparare il dado in casa, direttamente.
Il procedimento è rapido e semplice e si può personalizzare abbastanza in base al gusto di ognuno. Senza contare che il brodo che ne viene fuori è davvero saporito.

Io il dado vegetale in casa lo faccio così:


Ingredienti:

- 2-3 carote
- 250 grammi di sedano
- 1 zucchina
- 1 cipolla bianca grande
- 150 grammi di sale fino
- Un cucchiaio di olio extravergine d'oliva


A piacere si possono aggiungere, foglie di basilico, rosmarino, salvia, prezzemolo etc.
Io ho provato in entrambi i modi e alla fine, devo dire, preferisco la preparazione base.

Procedimento:

Tritare finemente le verdure, nel caso frullarle.
Metterle in una pentola d'acciaio con il cucchiaio d'olio e ricoprirle con il sale.
Far cuocere per un'ora e mezza circa senza mai aggiungere acqua. Il sale aiuterà il composto a non attaccare, anche se di tanto in tanto è meglio dare un'occhiata e rimestare.:-)

 dado vegetale fatto in casa

Dopo un'ora e mezza dovrebbe essersi rappreso e una volta raffreddato si può mettere nel contenitore per il ghiaccio e congelare. Con queste dosi, serviranno due contenitori per il ghiaccio.

 dado vegetale fatto in casa

Un cubetto di dado casalingo dovrebbe corrispondere ad un cubetto di dado confezionato...anche se, naturalmente, dipende dai gusti di ognuno. Io ad esempio, quando si tratta di dadi confezionati, ne sciolgo uno in un litro d'acqua invece che in mezzo litro!:-)

12 commenti:

Daniela B. ha detto...

Grazie per queste indicazioni, Simone il mio moroso ha una forte intolleranza al glutammato e non può assolutam mangiarlo, quindi niente dadi vegetali confezionati da commprare!ma si possono effettivam fare in casa!

Marta ha detto...

Era da un po' che cercavo una ricetta per fare il dado in casa! Proverò subito la tua.. grazie mille!
Marta

Cicabuma ha detto...

Io lo faccio regolarmente e la mia ricetta è praticamente identica alla tua. Io però lo conservo in frigorifero dentro un vasetto. La concentrazione di sale è tale da assicurare una corretta conservazione anche senza la surgelazione. Oltre tutto un vasetto mi dura pochissimo!!!
E' davvero buonissimo! Nulla a che vedere con i dadi industriali che sono tutto sale e niente verdure!!!
Baci e abbracci
Francesca

Ale ha detto...

Ciao cara, ora che ho iniziato a vivere nella mia casetta (finalmente!) sto cercando di fare il più possibile da me, dalle torte per la colazione al pesto! Il dado mi mancava! Grazieeee
besitos

Emanuela ha detto...

Grazie! Anche io cercavo da un po' il modo di fare il dado in casa, ma non mi ero mai lanciata nell'impresa. Proverò la tua ricetta.

Stefania ha detto...

bravissima!!!! anche io cerco sempre di fare ... la filiera così è cortissima!!!! Un abbraccio

mugs for two ha detto...

Forte! Non avevo mai provato a farli in casa: come scrivi tu mi affido ad Alcenero, mi trovo benissimo con questi prodotti e per fortuna ho un supermercato biologico non lontano da casa. Tuttavia questa ricetta è assolutamente da provare!

stefy ha detto...

complimenti,è la migliore ricetta.

Corsi di cucina professionale a Barbarano ha detto...

Calcolare quanto dado mettere è ovviamente difficile perché dipende da come è stato fatto, da quanto sale si è messo, se si è messo, ma anche da altre cose che non sempre facile controllare.

Di volta in volta, infatti, anche con la stessa ricetta il dado può avere salinità diversa.

Diventa importante assaggiare, quindi, ed al limite regolare prima di mettere in congelatore.

Anonimo ha detto...

la mia ricetta invece comporta:mezzo kg.di carote mezzo kg di cipolla mezzo kg di sedano uno spicchio di aglio ...e mezzo kg di sale.. a piacere un sacchettino di gusti....maggiorana salvia alloro e rosmarino..che poi viene eliminato quando ha rilasciato il suo sapore ...cuocere il tutto coperto e scoperchiare a cottura quasi totale ...poi far asciugare il tutto e frullare ad immersione

Anonimo ha detto...

Proverò questa ricetta che mi pare ottima.....ma ne ho provata un'altra presa da un giornale e il composto non si è congelato, sapete dirmi perchè?
Grazie dei consigli preziosi
Roberta

donatella ha detto...

ma per quanto tempo posso tenerlo in frizer? 3/4 mesi?