venerdì 20 aprile 2012

Aggiornamenti...

mamma con pancione disegno

Il tempo che passo qui è poco, troppo poco ultimamente!
E allora ho pensato di aggiornarvi un pò su come sta procedendo la mia vita in questi giorni...

Marzo è stato un mese intenso, denso di preoccupazioni e ansie per la nostra piccola (sì perchè intanto abbiamo scoperto che questo esserino che cresce dentro di me è una bimba!!!:-)) per via di alcuni accertamenti che ho dovuto fare...
Anche se ora tutto, per fortuna, sembra essersi sistemato, confesso di avere sempre addosso un pò un senso di allerta e preoccupazione ma spero di riuscire a scrollarmelo di dosso e a gestirlo piano piano.

Mettiamoci poi il lavoro, che proprio adesso che sono in gravidanza e le mie energie scarseggiano sembra essersi moltiplicato; aggiungiamoci un corso di formazione al sabato che continuerà fino a metà giugno (aggiungo "semi-obbligatorio", soprattutto se hai un contratto a tempo determinato e non sai cosa vorranno fare di te dopo la maternità!) ed ecco che le settimane e il tempo a disposizione volano via che è un piacere.
Il lavoro con i bimbi del doposcuola, inoltre, è diventato un pò più faticoso da quando sono incinta ma se devo dirla tutta anche più divertente: i bimbi sono elettrizzati dal fatto che aspetto un bimbo e mi fanno tanta tenerezza con le loro attenzioni, le loro domande improbabili e i loro consigli sul nome da dare alla piccola!:-)
Tutto ciò fa sì che comunque io alle 21.30 crolli sul divano davanti a qualsiasi libro, pc o programma tv che si presenti!

Qui, poi, è tutto un lavare bene frutta e verdura con amuchina, lavare superfici e rinunciare a strapazzare troppo il mio gattone Kyri per evitare di contrarre la toxoplasmosi e mangiare cibi quanto più sicuri possibile. Quindi banditi pesto e conserve fatte in casa da me la scorsa estate, formaggi a pasta cruda e latte crudo non pastorizzato! Lo yogurt fatto in casa con latte Uht invece me lo concedo.
Ho scoperto quindi che l'autoproduzione non si sposa troppo bene con la gravidanza.
Per ragioni di sicurezza alimentare più che altro.
La mia alimentazione quindi è un pò cambiata negli ultimi mesi. Mi sono chiesta anche se fosse giusto reintrodurre la carne nella mia alimentazione. Ne ho parlato con la ginecologa del consultorio da cui sono seguita, perchè queste cose è sempre meglio valutarle con un medico: per ora la carne può stare fuori dalla mia dieta, purchè introduca molti legumi, latticini e pesce.

Questa quindi è la mia vita in questo preciso momento...e sto cercando di viverla appieno, giorno dopo giorno, attimo dopo attimo...
Mi lascio guidare e trasportare...E cerco di godermi il più possibile questo esserino che cresce nella mia pancina, ogni suo movimento che ormai riesco a percepire nitidamente...anche perchè ridi e scherza siamo già arrivati a 23 settimane!

Buon fine settimana!

4 commenti:

Cinzia ha detto...

Ciao! Ho visto il tuo link da Emanuela e mi ha incuriosito.
L'autoproduzione ci starebbe anche in gravidanza, se ci si alimentasse sempre così. In passato penso che raramente una donna arrivava alla gravidanza senza aver fatto la toxoplasmosi. Quindi il problema non si presentava... È la nostra vita iper sterile e protetta che comporta anche degli svantaggi.
Ti faccio i miei migliori auguri per questi mesi stupendi anche se con un po' di ansia che, secondo me, è normale e forse anche fisiologica.
Cinzia

Anonimo ha detto...

Ciao, anch'io ti ho trovata da Emanuela! Intanto tanti auguri, è una splendida avventura avere un bimbo, io ho avuto la mia alcuni anni fa e la ricordo con nostalgia, è un momento fondamentale nella vita di ogni donna, vivitelo intensamente in ogni attimo, sembra infinito ma poi passa in fretta e... cambi, ogni mese è diverso, io ero diversa, cambiavo... tanto che alla fine della gravidanza ho detto che i 9 mesi non servono tanto per fare il bambino, quanto per creare la mamma!!
Concordo in pieno con Cinzia, io ho vissuto in campagna da piccola, con tanti gatti e solo con la gravidanza ho scoperto di aver avuto la toxoplasmosi, non lo sapevo! Mia madre mi ha avuta nei primi anni 70, i cibi industriali erano ancora merce rara sulla tavola (che bel mondo!) avevamo una fattoria e si produceva tutto in casa: pane, formaggi, salumi e conserve varie di pomodori, frutta e verdure (i surgelatori, altra dannazione, sono arrivati dopo!), mia madre ti pare che avesse cambiato la sua alimentazione? Credo che se si siano adottate le dovute norme igieniche nella preparazione dei cibi si possa ragionevolmente stare tranquilli, hai sterilizzato i barattoli con la bollitura per esempio? io piuttosto avrei paura dei cibi confezionati o di mangiare fuori! Vedi un pò tu, ma non lasciarti prendere dalle psicosi, fatti guidare dal buon senso più che dalle paure di altre persone che ti influenzano negativamente... la gravidanza non è una malattia (escludendo naturalmente vari problemi medici che si possono verificare, ma che non hanno una diretta conseguenza con l'alimentazione, io per esempio ho rischiato il distacco della placenta, ma credi che dipendesse dal tipo di biscotti che avevo mangiato?). Lascia fare alla natura e stai tranquilla!
Un abbraccio Nicoletta

Ikka ha detto...

@cinzia e @nicoletta: Grazie per vostri i commenti! Passo poco da queste parti e a volte capita che risponda con un pò di ritardo!
Sicuramente è bene evitare troppi allarmismi e di farsi troppi problemi...Soprattutto in gravidanza. L'alimentazione certo non deve essere causa di ansie, anzi...nel mio caso le uniche attenzioni in più che presto sono quelle relative al non contrarre la toxoplasmosi. Per il resto mangio tutto... e anche in abbondanza!!!:-)

mammafelice ha detto...

Ciao!
Bellissimo blog.
Ne approfitto solo per garantirti che la gravidanza si fa benissimo senza carne, ma volendo anche senza pesce, che è spesso pieno di mercurio ;-)
Un abbraccio e tanti auguri per la tua piccola :-D