giovedì 24 febbraio 2011

Latte di soia fatto in casa

vegan star

Si parla spesso del latte di soia come di un alimento per vegani. Noi non siamo vegani (ma quasi vegetariani sì :-)) però lo apprezziamo moltissimo ugualmente, soprattutto perchè molto leggero e di facile digestione.
Ci piace utilizzarlo più che altro come bevanda, nel caffelatte, o anche per preparare budini, torte e dolci vari. Per produrre yogurt o formaggi utilizziamo invece il latte vaccino.

A Natale, Daniele mi ha regalato una macchina per fare il latte di soia in casa, che è qualcosa di straordinario. Si chiama Vegan Star. In realtà si può utilizzare per preparare anche altri tipi di bevande come latte di riso, avena, mandorla e via così. Non ne ho parlato prima perchè mi sono concessa un pò di esperimenti, prima di riuscire a fare un latte di soia che fosse di nostro gusto. :-)
E alla fine siamo veramente contentissimi del risultato.

So che questo aggeggino è tutt'altro che economico, ma a poco a poco il costo si ammortizza dato che un litro di latte di soia si aggira intorno ai 2.50- 3.00 euro nei vari supermercati, mentre per farlo in casa servono un pò di soia secca che costa molto poco e acqua. E il sapore a noi piace molto di più.

Per fare in casa il latte di soia generalmente si utilizza la soia gialla. La si trova in tutti i negozi che vendono alimenti bio.

Io procedo così: metto a bagno un misurino rado di soia gialla in acqua fredda per 24 ore. Possono bastare anche 12-16 ore. Cambio l'acqua anche due o tre volte, così facendo il latte dovrebbe avere un sapore meno marcato di fagiolo.

soia gialla per latte soia

Come potete vedere la soia aumenta parecchio di volume

soia gialla ammollo

Metto l'acqua nella macchina fino alla tacca che indica 1,3 e aggiungo un cucchiaio di uva sultanina.
Accendo la macchina e lascio finire. Ci vorranno circa 15-20 minuti, nei quali la Vegan Star frulla e cuoce la soia fino alla completa produzione della bevanda.

Appena finito, colo il latte in una pentola d'acciaio con un colino, lo copro e lo lascio raffreddare. Una volta freddo, aggiungo due cucchiai di zucchero di canna. Mescolo bene ed imbottiglio. Si conserva in frigorifero anche 4 -5 giorni.

latte soia fatto in casa

okara residuo latte soia fatto in casa

Il residuo che rimane nel colino, quando si filtra il latte, viene chiamato Okara. Non è altro che una purea di soia che può essere utilizzata in svariati modi in cucina, essendo particolarmente nutriente. Io fino ad ora ho provato ad aggiungerla alle frittate e devo dire che va benissimo. Ma in rete potete trovare molte altre ricette.

9 commenti:

Cicabuma ha detto...

E' un po' che penso di provare a fare il latte di soia, ma c'è un modo per farlo senza per forza acquistare quel macchinario? Io ho una centrifuga, potrebbe essere utile?
Un abbraccio
Francesca

Ikka ha detto...

@cicabuma: Penso proprio che una centrifuga possa andare bene ugualmente Francesca! Su questo bellissimo blog trovi anche come fare: http://www.erbaviola.com/2011/01/22/come-fare-il-latte-di-soia-con-la-centrifuga.htm !

Barba... ha detto...

Il mio problema è trovare prima la soia, qui da me non si vende :(
Ho un regalo per te http://barbaidee.blogspot.com/2011/03/soniyb-award-sketches-of-nature-in-your.html

luby ha detto...

io sono flexitariana e adoro il latte di soia!
invidio il tuo elettrodomestico,so che posso farlo anche con un frullatore ma vuoi mettere????

Anonimo ha detto...

sembra fantastica...ero indecisa tra quest'ultima e la soyabella...chiedo lumi !

Lara Tegon ha detto...

Ciao,il post è molto vecchio spero quindi di ricevere risposta.
Allora pure io uso da Marzo la vegan star ma ho alcuni dubbi per quanto concerne il latte di soia dato che io non lo bevo ma lo uso per farne il tofu essendo vegetariana e cercando alternative.
Dentro il misurino che tu citi ci sta al massimo 70 grammi di soia e la vegan per impostazione predefinita prevede tassativamente 1,3 litro di acqua,e da questo poi ne viene un latte povero di proteine e poco promettente per il tofu. Allora io procedo così, lascio a bagno 130 grammi di fagioli di soia due o quattro ore lavandoli spesso e cambiandogli spesso l'acqua e cercando di togilergli quante più pellicine possibili e poi procedo come da prassi.
Vorrei sapere se questo metodo ti pare efficace o se hai dei suggerimenti. Ah avevo provato con 100 grammi ammollati 24 ora e con 1,3 litri di acqua ma ha straripato,la soia ammollata forse fa troppa schiuma! :-(
Grazie dell'attenzione ciao

Lara Tegon ha detto...

Questo mio dubbio è perchè la prassi prevede 100 grammi di soia per un litro di acqua..

Ikka ha detto...

@Lara: Grazie per il tuo commento innanzitutto. Come tu accenni la Vegan star è piuttosto rigida per quanto concerne l'acqua da utilizzarsi e se si aggiunge troppa soia si rischia di avere schiuma che "straborda"!
Io ho provato una sola volta a fare il tofu (non ho la pressa apposita ma solo le fascelle per il primo sale e i tomini) e per avere un latte più proteico ho utilizzato i semi di soia secchi così' da farne stare molti di più nel misurino.
Avevo utilizzato due misurini colmi proprio come suggeriscono le istruzioni e usato il programma numero 1.
Spero di esserti stata utile! Fammi sapere come viene il tofu e se ti ha soddisfatto... ;-)

Ikka ha detto...

@Lara: Grazie per il tuo commento innanzitutto. Come tu accenni la Vegan star è piuttosto rigida per quanto concerne l'acqua da utilizzarsi e se si aggiunge troppa soia si rischia di avere schiuma che "straborda"!
Io ho provato una sola volta a fare il tofu (non ho la pressa apposita ma solo le fascelle per il primo sale e i tomini) e per avere un latte più proteico ho utilizzato i semi di soia secchi così' da farne stare molti di più nel misurino.
Avevo utilizzato due misurini colmi proprio come suggeriscono le istruzioni e usato il programma numero 1.
Spero di esserti stata utile! Fammi sapere come viene il tofu e se ti ha soddisfatto... ;-)